SPACE4UXO - SPACE For Unexploded Ordnance


CO.RI.S.T.A. partecipa al progetto come consulente della NAIS - NEXTANT Applications & Innovative Solutions in risposta al bando tematico n°04 dell'Agenzia Spaziale Italiana, riservato alle PMI, sul tema "Navigazione e Osservazione della Terra: utilizzo delle infrastrutture spaziali nazionali e comunitarie".
SPACE4UXO mira a sviluppare una innovativa piattaforma tecnologica a supporto delle attività di bonifica per l'individuazione e caratterizzazione di ordigni inesplosi sepolti (UXO). In questo ambito la NAIS si avvale dell'esperienza di CO.RI.S.T.A. che ha progettato e realizzato un innovativo "Radar in banda P" nell'ambito del precedente contratto ASI n. I/062/10/0, successivamente implementato con il progetto "Evoluzione tecnologica e sperimentazione, tramite piattaforma aerea, di un sensore Radar nelle bande VHF e UHF (frequenze inferiori ad 1 GHz)" Contratto ASI n. 2015-029-I.0.
La ricerca di soluzioni più efficienti al problema della bonifica del territorio dagli UXO, in termini operativi, economici e di sicurezza degli operatori, è dovuta alla presenza di un elevato numero di ordigni ancora inesplosi (bombe aeree, proiettili navali e campi minati), a causa di passati conflitti bellici e dell'incessante disseminazione di nuovi ordigni in moltissime aree del mondo dove l'instabilità politica lascia spazio a conflitti locali.
Ad oggi le attività di bonifica sono effettuate con strumentazione "tradizionale", quale i magnetometri, e la scansione del territorio è demandata a squadre di uomini a piedi. Questo approccio è sicuramente valido, anche in termini economici, per superfici limitate (dell'ordine di alcuni ettari), mentre per grandi aree le tecniche tradizionali risultano inefficienti ed inadeguate sia dal punto di vista della tempistica sia dal punto di vista economico. Il Progetto SPACE4UXO intende fornire agli operatori uno strumento innovativo frutto del trasferimento tecnologico dal segmento spazio.
Le attività di cui CO.RI.S.T.A. è responsabile riguardano:

  • Modifiche hardware sull'interfaccia dell'antenna per l'abbassamento della quota minima di volo in modalità sounder:
    Si apporteranno modifiche hardware al front-end dell'antenna in modo da ridurre la quota di volo. Ciò permetterà l'abbassamento della piattaforma in volo in modalità sounder.
  • Voli di prova con il Radar P:
    Il Radar in banda P sarà installato a bordo della piattaforma aerea messa a disposizione da NAIS per la sperimentazione in volo. CO.RI.S.T.A. si occuperà della definizione dell'installazione del radar e del suo interfacciamento con le strutture meccaniche ed elettroniche della piattaforma aerea, messa a disposizione da NAIS, fornendo il necessario supporto per le attività di test.
  • Integrazione di dati GNSS:
    CO.RI.S.T.A. integrerà i dati GNSS raccolti da una unità esterna fornita da NAIS. Tali dati saranno registrati dall'unità digitale del Radar e corregistrati con i dati sounder/SAR. CORISTA fornirà le specifiche per l'interfacciamento e il protocollo di comunicazione delle interfacce seriali.
Il programma è iniziato nel 2016 ed avrà una durata di ventiquattro mesi.


Per approfondimenti contattare:

Giulia Pica
giulia.pica@corista.eu
tel. 081 5935101