BIOMASS (2011/2012)

L'Agenzia Spaziale Europea, con le missioni "Earth Explorer", intende fornire un importante contributo allo sforzo globale per l'approfondimento della conoscenza del nostro pianeta in merito al cambiamento del suo ambiente.
A marzo 2009 il "Programme Board for Earth Observation" dell' ESA ha selezionato le tre missioni del programma Earth Explorer per la successiva fase di verifica di fattibilitą (Fase A): BIOMASS, CoReH2O (osservazioni sulle caratteristiche del ciclo della neve, dei ghiacciai e dell'acqua sulla superficie terrestre) e PREMIER (quantificazione dei processi che controllano la composizione atmosferica globale nella media e alta troposfera e nella bassa stratosfera).

A maggio 2013 la missione BIOMASS è stata scelta tra le tre per diventare la settima missione Earth Explorer, il prossimo capitolo della serie di satelliti sviluppati per migliorare la nostra comprensione della Terra. Essa mira a migliorare la valutazione presente e la proiezione futura del ciclo del carbonio terrestre fornendo consistenti mappe globali delle foreste, per quanto riguarda la biomassa e la loro superficie, gli elementi di disturbo e il tempo necessario per il recupero, l'estensione e l' evoluzione delle inondazioni.


BIOMASS measuring concept
Credits: ESA/AOES Medialab

Gli obiettivi primari della missione possono essere raggiunti effettuando osservazioni della copertura forestale globale con un radar ad apertura sintetica (SAR) in banda P (435MHz).

A tal fine CO.RI.S.T.A. ha ricevuto incarico da Thales Alenia Space Italia di fornire supporto per la definizione e le specifiche del Radar ad Apertura Sintetica (SAR) in banda P, fornendone la revisione critica. A tal fine è stato sviluppato uno strumento software per valutare le prestazioni del SAR e consolidarne le specifiche di sistema.


Per approfondimenti contattare:

Gianni Alberti
giovanni.alberti@corista.eu
tel. 081 5935101