Space Instrument Design Modelling of Optical Active and Microwave Instruments (SIMOM2) (2010/2012)

Nel novembre 2008 l'agenzia Spaziale Europea ha creato in ESTEC il Concurrent Design Facility (CDF) all'interno del Programma di Studi Generali dell'ESA.

Il Concurrent Design Facility in ESTEC (Credit:ESA)


Il Concurrent Design Facility (CDF) è un avanzato laboratorio equipaggiato con le più sofisticate attrezzature che permette ad un gruppo di esperti di varie discipline l'applicazione del metodo del "concurrent engineering", un insieme organico di metodologie, tecniche e strumenti che consente un approccio alla progettazione integrata di un prodotto e del relativo processo produttivo. Tale approccio è in grado di ridurre drasticamente i tempi di sviluppo e i costi connessi, consentendo, inoltre, maggiore flessibilità nella progettazione e produzione, oltre che una migliore qualità dei prodotti.
Il Concurrent Design Facility (CDF) è concepito per valutare la fattibilità, dal punto di vista tecnico e finanziario, delle future missioni spaziali e dei nuovi veicoli spaziali (studi di valutazione pre-fase A e Level 0).

In queso ambito CO.RI.S.T.A. ha partecipato al progetto di ricerca, co-ordinato e guidato da DEIMOS Space, S.L.U. (DMS - Spain), insieme a Serco (Serco-Italy), e Jena-Optronik GmbH (JOP - Germany), in risposta ad un invito dell'Agenzia Spaziale Europea per attività di ricerca nell'ambito del Concurrent Design Facility (CDF). La finalità principale del progetto è stata di sviluppare e validare la tecnologia di un sistema che stabilisse le condizioni per SIMOM: lo Space Instrument Design Modelling di strumenti ottici attivi ed a microonde.

Nello specifico le attività di ricerca su SIMOM sono state finalizzate a:

  • creare il database di uno strumento per missioni scientifiche di osservazione ed esplorazione della Terra;
  • sviluppare modelli generici di IDA (Instrument Design Activity) per la progettazione di strumenti ottici attivi e strumenti a microonde attivi e passivi nel CDF.

Nel progetto CO.RI.S.T.A. ha avuto la responsabilità dei seguenti compiti:

  • raccolta dei dati per il database dello strumento e per i requisiti di sistema;
  • raccolta dei dati;
  • revisione dei metodi e degli strumenti di progettazione;
  • requisiti;
  • sviluppo di specifici strumenti di modelling e database di dominio;
  • sviluppo di specifici modelli di dominio;
  • piano di validazione;
  • implementazione dei modelli IDA e validazione;
  • implementazione nel modello IDA;
  • validazione dei modelli IDA del CDF.




Per approfondimenti contattare:

Giulia Pica
giulia.pica@corista.eu
tel. 081 5935101