Studi e attività di ricerca su programmi dell'Agenzia Spaziale Europea

IRAC (2002/2003)
Innovative Radar Altimeter Concepts

CO.RI.S.T.A. ha partecipato ad un programma dell' Agenzia Spaziale Europea il cui scopo è stato di definire nuovi metodi di misura per le future missioni di radar altimetria per l'osservazione degli oceani.

L'avvento dei sistemi di telerilevamento da satellite ha portato profonde innovazioni nell'oceanografia, diversificando ed ampliando i limiti dovuti all'osservazione effettuata con i sistemi tradizionali. Il risultato è una raccolta di dati utili allo studio ed all'approfondimento del ruolo fondamentale che gli oceani e la loro circolazione esercitano sui cambiamenti dell'ambiente Terra.
Dall'osservazione finalizzata a scopi di semplice analisi del clima, si é passati, con il telerilevamento da satellite, ad un 'analisi globale delle superfici oceaniche, che consente di rilevare anche le caratteristiche di temperatura, il grado di salinità e, naturalmente, la circolazione.
Il monitoraggio da satellite si serve soprattutto dei radar altimetri che permettono di ottenere dati globali da raccogliere in maniera ripetitiva per molti anni effettuando le dovute comparazioni all'interno di modelli numerici.
La finalità è l'osservazione globale della topografia della superficie del mare quasi in tempo reale, con elevata accuratezza e risoluzione.
Al momento solo gli altimetri sono in grado di misurare il livello del mare; bisogna però aggiungere che le capacità di campionatura spaziale e temporale di un singolo sistema altimetrico nadir looking sono sicuramente inadeguate rispetto alle caratteristiche che esso dovrebbe avere per evidenziare le variazioni del mesoscala oceanico e studiare l'effetto di tali fluttuazioni sull'energetica della circolazione principale.
Solo sistemi altimetrici multipli in orbite appropriatamente combinate possono studiare il mesoscala oceanico, o, in alternativa, un radar altimetro innovativo che potrebbe scaturire da questo studio.

Le attività di ricerca di questo progetto sono scaturite da questa esigenza e si possono riassumere nei seguenti punti:

  1. fornire una panoramica dei prodotti che si possono ottenere con i dati altimetrici nell'ambito dell'oceanografia e dello studio dei ghiacci. Le esigenze di questi prodotti saranno proiettate nell'era post ENVISAT ed i requisiti dei parametri geofisici saranno determinati di conseguenza;

  2. identificare i requisiti del sensore e della missione;

  3. stabilire i concetti di uno o più radar altimetri in grado di adempiere ai requisiti richiesti;

  4. approfondire i concetti identificati valutando l'affidabilità, la globalità del sistema (cioè il numero di satelliti, le caratteristiche del satellite, il tipo di orbita, le stazioni) e la capacità di ottemperare alle caratteristiche richieste;

  5. fare un progetto preliminare della concezione dello strumento/ti selezionato tra tutti quelli proposti, stabilendo le caratteristiche globali di missione e mettere a punto il piano di sviluppo di uno strumento preliminare.

CO.RI.S.T.A. è stato responsabile dell'adempimento delle attività di ricerca e degli studi connessi ai punti 3) e 4) per conto dell'Alenia Spazio. Il progetto, iniziato nel 2002, è terminato nel 2003.



Articoli di CO.RI.S.T.A. sull'argomento:

  • Juan Guijarro, R. Santoleri, B. Buongiorno Nardelli, L. Borgarelli, R. Croci, R. Venturini, G. Alberti, A. Caramagno, F. Pirondini, "Innovative Radar Altimeter Concepts", IGARSS 2003 July 21-25, 2003, Toulouse (France)      

Tesi sviluppate sull'argomento:

  • " Studio e Progetto Preliminare di una Missione per il Monitoraggio delle Regioni Polari mediante Radar Altimetro ad Apertura Sintetica", tesi sviluppata da Luca Festa, anno accademico 2001-2002, Università degli Studi di Napoli "Federico II", Facoltà di Ingegneria, Corso di Laurea in Ingegneria Aeronautica Ind. Spaziale.       



Per approfondimenti contattare:

Gianni Alberti
giovanni.alberti@corista.eu
tel. 081 5935101







Immagine del Mar dei Caraibi ripresa dal satellite ENVISAT
Photo: ESA