Il telerilevamento

Il telerilevamento è la scienza per mezzo della quale le caratteristiche di un oggetto possono essere identificate, misurate e analizzate senza entrare in contatto diretto con esso.

Esso studia la radiazione elettro magnetica riflessa o emessa da un oggetto e gli strumenti utilizzati per rilevare ed analizzare questa radiazione sono i sensori remoti.

Questi possono essere collocati su piattaforme terrestri, palloni, veicoli aerei e spaziali.
Si dividono in sensori passivi e attivi.


Il Telerilevamento
Credit: NASA/Goddard Space Flight Center


I sensori passivi servono a rilevare la radiazione elettro magnetica riflessa od emessa da fonti naturali, come, ad esempio, il sole. L'energia del sole può essere o riflessa, ed è il caso delle lunghezze d'onda visibili, o assorbita ed emessa nuovamente, come per le lunghezze d'onda dell'infrarosso termico.
Per quanto riguarda l' energia riflessa, ciò può avvenire solo quando il sole illumina l'oggetto in osservazione, pertanto non di notte. L'energia emessa, come l'infrarosso termico, può essere invece misurata sia di giorno che di notte.
I sensori attivi rilevano la risposta riflessa da un oggetto irradiato da una fonte di energia generata artificialmente da loro stessi. Per questo motivo essi devono essere in grado di emettere una considerevole quantità di energia, in ogni caso sufficiente ad illuminare il bersaglio. La radiazione emessa raggiunge l'oggetto in osservazione e la sua frazione riflessa viene rilevata e misurata dal sensore, come nel caso dei radar o dei lidar.
Tra i vantaggi dei sensori attivi vi è la possibilità di effettuare misure ad ogni ora del giorno e della notte e, nel caso dei radar, anche in ogni condizione meteorologica.

I sensori per il telerilevamento sono tipicamente caratterizzati dal tipo di informazione che si vuole ottenere, a seconda della misura e dinamica dell'oggetto o del fenomeno in osservazione, e sulla base di tre parametri principali: spettrale, spaziale e di intensità, come é mostrato nella figura 1.

Inoltre, a seconda dell'intervallo di lunghezze d'onda da analizzare, i sensori, siano essi attivi o passivi, si suddividono in sensori elettroottici e a microonde.



Eruzione dell'Etna
Satellite: Envisat | Strumento: MERIS | Acquisizione: 11-Genn-2000
Credit: ESA